Dopo aver esplorato le capacità del nuovo Ice Lake Core i7-1065G7 dal punto di vista della produttività, siamo tornati a testare la CPU per i giochi ultrabook utilizzando la grafica integrata G11 Iris Plus. in primo luogo, la nostra prima recensione: quando si tratta di applicazioni multi-thread, Ice Lake a 10 nm non offre un aggiornamento rispetto alle varianti Skylake quad-core a 14 nm esistenti come Comet Lake o Whiskey Lake. In termini di prestazioni ed efficienza, 10 nm è un po' una delusione.

In secondo luogo, il Core i7-1065G7 offre prestazioni single-thread più elevate e prestazioni GPU migliorate, soprattutto per la recensione di oggi. Anche se non abbiamo ancora giocato, il nuovo design della GPU Gen11 ha portato vantaggi significativi alle applicazioni di produttività limitate dalla GPU e ad alta capacità di calcolo, rendendo Ice Lake un'ottima opzione per determinati carichi di lavoro come Adobe Premiere.

In terzo luogo, non migliora notevolmente ciò che è disponibile in fattori di forma ultraportatili, perché puoi anche trovare GPU discrete in sistemi sottili e leggeri da 13 pollici. Ma quando si tratta di una soluzione a chip singolo, Ice Lake è abbastanza buono.

Oggi, ovviamente, abbiamo in programma di cambiare marcia per guardare alle prestazioni di gioco. La maggior parte dei portatili che utilizzano CPU da 15 o 25 watt non sono esattamente progettati o destinati ai giochi - ecco a cosa servono i dispositivi più grandi da 15 pollici - ma gli acquirenti di ultraportatili potrebbero essere ancora interessati ad alcuni giochi casuali. probabilmente no Red Dead Redemption 2 una specie di gioco, ma di più Fortnite ve Overwatch… Tali giochi sono giocabili su una moderna grafica integrata in un mondo ideale.



Ma come sappiamo, le GPU integrate di Intel non sono state abbastanza potenti per eseguire titoli popolari come Fortnite o persino CS per anni: vai a impostazioni ragionevoli ma più basse. Perché è questo e perché è lento per così tanto tempo? Ciò è dovuto all'hardware che hanno utilizzato negli ultimi cinque anni.

Una breve storia delle iGPU Intel

Dal lancio di Broadwell, la prima linea di CPU Intel a 14 nm nel 2014, Intel ha utilizzato lo stesso design della GPU sottostante per tutti i suoi prodotti a 14 nm, fino agli attuali prodotti Comet Lake di decima generazione. Ottieni Broadwell Core i7-5500U di Intel. È stato lanciato con Intel HD Graphics 5500, una GPU a livello GT2 con 24 unità di esecuzione e una velocità di clock massima di 950 MHz da Intel. L'anno successivo abbiamo ottenuto Skylake con HD Graphics 520, un aumento di 100 MHz dello stesso design di 24 unità di esecuzione.

Poi si passa a Kaby Lake, Kaby Lake Regeneration, Whisky Lake e ora Comet Lake. Tutti usano una stima della GPU Intel HD o UHD 620, ci sono anche 24 unità di esecuzione come hai intuito. Per fare un esempio, il Whiskey Lake Core i7-8565U registra questa parte a 1150 MHz.



CPU Intel serie U dal 2013 al 2019

Da Broadwell nel 2015 a Comet Lake nel 2019, l'unico miglioramento che Intel ha apportato alle sue GPU di classe 15 W è un aumento della velocità di clock di 200 MHz. Quattro anni e mezzo per 200 MHz è uno sviluppo patetico, soprattutto perché Intel ha trovato un modo per aumentare i core della CPU da due a sei.

Ma sta peggiorando. Tornando ad Haswell, la quarta generazione, offriva 20 unità di esecuzione a 1100 MHz a 22 nm. Quando guardi i punteggi GFLOPS per questi chip, Intel ha offerto 352 GFLOPS di potenza di calcolo GPU nel 2013 e all'inizio di quest'anno hai avuto 442 GFLOP con Whiskey Lake del 2019. Circa il 25% in più di prestazioni grezze in cinque anni e mezzo. Con vittorie così piccole, non sorprende che i moderni sistemi ultraportatili in genere non possano nemmeno giocare a giochi casuali di base.

Intel aveva bisogno di fare qualcosa sul lato GPU, in particolare AMD offre una grafica più potente con Ryzen Mobile. Probabilmente speravano di rilasciarlo prima, ma con ritardi di 10 nm hanno dovuto aspettare fino alle parti Ice Lake di decima generazione per lanciare nuovi progetti di GPU Gen11 che hanno portato guadagni significativi.

Grafica Iris Plus di Ice Lake

Ice Lake ora offre tre livelli GPU divisi per il numero di thread. In alto abbiamo la grafica G7 con 64 unità di esecuzione, G4 con 48 e grafica G1 con 31. Il G7 e il G4 sono marchiati come Iris Plus, un marchio che Intel ha utilizzato in passato per opzioni GPU più potenti, mentre il G1 ottiene il marchio UHD.

Le velocità di clock sono simili a quelle che Intel ha fatto per un po', tra 900 e 1.100 MHz. Ma i grandi guadagni per Gen11 arrivano nel conteggio delle unità di esecuzione, che è 2,7 volte più alto per la grafica G7 di fascia alta rispetto alle equivalenti CPU a 14 nm. Anche il livello base G1 è più veloce grazie a un aumento del 33% delle unità di esecuzione. È un grande salto su tutta la linea.

In precedenza abbiamo fornito ~442 ​​GFLOPS di prestazioni computazionali su Whiskey Lake. Con la GPU Gen11 di Ice Lake a 64 unità di esecuzione e a 1.100 MHz, siamo fino a 1.126 GFLOP. Questa è una grande spinta da parte di Intel che proclama con orgoglio la prima soluzione grafica integrata 1 TFLOP.

CPU Intel serie U dal 2013 al 2019

Per i test di oggi, eseguiremo alcuni benchmark per la GPU Gen11 di Ice Lake nella sua configurazione completamente aperta che si trova sul Core i7-1065G7. Grazie al nostro portatile di prova - Lama Razer Stealth Con 16 GB di memoria LPDDR4X-3733 a doppio canale, possiamo esaminare le prestazioni di questa GPU nei carichi di lavoro di gioco in entrambe le configurazioni da 15 W e 25 W. Lo confronteremo anche con una serie di GPU integrate e GPU discrete che puoi ottenere in laptop ultraportatili.

Esperimenti di gioco

Innanzitutto, il nostro nuovo pacchetto grafico integrato da 15 W include Rocket League, un gioco che può essere giocato su tali GPU. A 1080p nativi con dettagli di rendering impostati su "qualità", questa dovrebbe essere una configurazione riproducibile. Ma con le soluzioni precedenti di Intel, il frame rate medio è di poco superiore a 30 FPS, ed è davvero difficile da raggiungere con un minimo dell'1% negli anni '20. È un risultato piuttosto negativo, ma sappiamo tutti che l'UHD 620 è lento, quindi non siamo sorpresi.

Ice Lake ha solo leggermente aumentato le prestazioni basse dell'1% nella configurazione da 15 W, quindi l'esperienza non è delle più fluide, ma le prestazioni medie sono superiori del 52%. Tuttavia, questo non è l'aumento delle prestazioni da 2,5x a 3x che ti aspetteresti dalla differenza nel volume delle specifiche non elaborate, quindi cosa sta succedendo?

La risposta è che il limite di potenza di 15 W è troppo stretto per far funzionare la GPU alla sua frequenza nominale massima. Questo non era un problema con le precedenti CPU a 14 nm, puoi vedere solo un aumento del 15% dei frame rate medi dando al 10710U un aumento di potenza di 10 W. Ma con Ice Lake, vediamo guadagni del 38% nella configurazione da 25 W rispetto a 15 W. Ciò rende la versione da 25 W più desiderabile rispetto a 15 W nei giochi portatili.

Quando si confronta l'Ice Lake a 25 W con il Comet Lake a 25 W, è adatto per l'Ice Lake. Il 1065G7 è l'87% più veloce, un grande aumento. Siamo felici che Intel abbia inserito GPU nei suoi chip della serie U abbastanza grandi da vedere miglioramenti delle prestazioni a 25 W, perché rende la configurazione da 25 W più attraente e utile per gli OEM. È anche compatibile con ciò che abbiamo visto con le GPU AMD e persino con le CPU Ice Lake di Intel: più potenza dovrebbe corrispondere a più prestazioni.

Ryzen è solo uno Ryzen 5 2500U Sistema di test da 25 W disponibile, Ice Lake si comporta intorno alla stessa marca. AMD ha sul mercato un Ryzen 7 3700U più potente.

Successivamente, GTA V funziona a 1080p nativi con le impostazioni più basse. I guadagni che vediamo qui non sono così forti come Rocket League, con 15W mostriamo un miglioramento del 44% rispetto a 15W, ma è un risultato solido. La configurazione da 25 W funziona meglio, avvicinandosi alle prestazioni del Ryzen 5 2500U e offrendo circa l'85% di prestazioni in più rispetto alle iGPU da 14 nm.

È interessante notare che in questo test la GPU MX250 di Nvidia è significativamente più veloce della grafica Intel Ice Lake a 25 W. La configurazione 1D12 più lenta dell'MX150 è solo leggermente più veloce, ma quando viene introdotta l'MX250 a tutti gli effetti brilla con quasi il doppio delle prestazioni. In Rocket League, l'MX250 era anche più veloce, ma questo test GTA V è un estremo che supporta in modo significativo il silicio di Nvidia.

I giochi di strategia come Civilization VI eccellono in un gioco ultraportatile. La grafica integrata di Intel deve ancora essere disegnata per la riproduzione a 1080p su questo titolo finora. Il Core i7-1065G7 si distingue appena al di sopra della media di 30 FPS a questa risoluzione durante i periodi di punta del gioco, ma è completamente ingiocabile. A 15 W vediamo un miglioramento del 35% rispetto a Ice Lake e Comet Lake.

Come previsto, a 25W il chip ha più spazio per respirare e produce risultati migliori. Otteniamo un aumento delle prestazioni fino al 70%, ma siamo ancora in ritardo rispetto alla GPU discreta MX250 di Nvidia e a Ryzen Mobile.

Counter-Strike: Global Offensive a 1080p con le impostazioni più basse non era ingiocabile sulle soluzioni precedenti di Intel, ma con queste impostazioni le prestazioni erano generalmente a metà degli anni '40, il che non andava bene nemmeno per la concorrenza amatoriale. Ice Lake migliora significativamente questa situazione offrendo il 76% di prestazioni in più a 15 W e più del doppio delle prestazioni a 25 W.

Questo è anche un titolo in cui il Core i7-1065G7 di Intel è più veloce del Core i5-10210U abbinato alla GPU MX250. Avrai bisogno di una configurazione da 25 W per battere questo accoppiamento GPU discreto, ma Intel vede qui solidi guadagni.

Gears 5 è un benchmark molto intenso e a prova di futuro poiché stiamo correndo a 1080p con impostazioni medie. Ice Lake è significativamente più veloce delle GPU integrate della generazione precedente, poiché qui vengono alleviati molti colli di bottiglia e la GPU non soffoca sotto il peso dei requisiti. Con un massimo di 15 FPS in offerta, questa non è davvero una configurazione che utilizzerai, ma rappresenta comunque un miglioramento.

Vediamo anche una cadenza delle prestazioni piuttosto standard. Al di sotto della classe di prestazioni "ragionevole" c'è il Core i7-1065G7 da 15 W. Un passo avanti è la configurazione Ryzen 5 2500U 25W e poi un altro passo avanti è il Core i7-1065G7 da 25W. In cima a tutto questo c'è l'MX250 di Nvidia, che ha un aumento delle prestazioni del 30% circa.

Questa gerarchia è ragionevolmente coerente tra i giochi che abbiamo testato finora. La posizione di Ryzen Mobile oscilla un po', e abbiamo visto l'MX250 essere più lento in CS:GO, ma in generale, ecco come si allineano le cose nei giochi e nei carichi di lavoro sintetici come Time Spy di 3DMark.

Offrendo prestazioni significativamente maggiori rispetto a ciascuna di queste parti è la nuova GeForce GTX 1650 Max-Q di Nvidia, che può essere trovata in ultraportatili da 13 pollici come il Razer Blade Stealth. Puoi vedere dai risultati di Gears 5 che la GTX 1650 Max-Q rende le impostazioni medie abbastanza riproducibili in Gears 5 a 1080p e la GPU integrata di Ice Lake offre più del doppio delle prestazioni fornite a 25 W. Mentre Intel è impegnata a dimezzare le sue iGPU, Nvidia sta lavorando con nuove opzioni discrete che fanno un ulteriore passo avanti nel loro fattore di forma ultraportatile.

Da questi cinque criteri, iniziamo a farci un'idea tipica di come si accumula il Lago di Ghiaccio. Fatta eccezione per le situazioni più vincolate dalla GPU, la configurazione a 64 thread è circa il 50% più veloce rispetto alla generazione precedente con 24 thread rispetto alle 15 esecuzioni. Moltiplicandolo fino a 25 W, i guadagni sono maggiori e c'è un miglioramento di oltre l'80% rispetto all'equivalente di 14 nm.

Prestazioni giocabili o no?

Dato che la grafica integrata della generazione precedente era dolorosamente lenta, questo fa sorgere la domanda: questi vantaggi possono effettivamente riprodurre titoli moderni su grafica integrata? Per rispondere, dovremo guardare più titoli.

Dei giochi testati finora, Rocket League e CS: Go sono comodamente giocabili a 1080p nativi con le impostazioni più basse. Possiamo dire che anche Civilization VI è giocabile, GTA V è borderline. A impostazioni medie Gear 5 va bene.

Riducendo tutto alle impostazioni più basse e impostando una scala di risoluzione di 900p su Gears 5, il gioco non è ancora riuscito a raggiungere un costante 30 FPS durante il benchmarking e in realtà ha funzionato a un tipico 72% per mantenere quel requisito minimo. 1080p. Sembra assolutamente terrificante, quindi diremo che il gioco è ingiocabile in Ice Lake.

Altri giochi moderni tripla A che abbiamo testato hanno mostrato qualcosa di simile (configurazione da 25 W). Shadow of the Tomb Raider doveva essere eseguito con le impostazioni più basse per raggiungere i 30 FPS e non era carino. Resident Evil 2 è un gioco che funziona davvero bene su GPU discrete decenti, ma è completamente ingiocabile su grafica integrata. Con impostazioni basse e un'esperienza pixelata, non siamo ancora riusciti a raggiungere i 30 FPS.

Division 2 è un bel gioco, ma sfortunatamente non funziona bene nemmeno con la grafica integrata. Classificheremo F1 2019 come giocabile al limite. A 900p sulla configurazione da 25 W o 720p sulla versione da 15 W, sono riuscito a superare i 30 FPS utilizzando le impostazioni più basse. Idealmente vorrai 60 FPS in un gioco come questo, ma stimiamo che otterrai più di 30 FPS con la grafica integrata. Anche Outer Wilds spesso scendeva sotto i 30 FPS e il gioco sembrava davvero lento.

Tuttavia, abbiamo stabilito con sicurezza che i titoli graficamente intensivi non possono generalmente essere riprodotti su grafica integrata. Che ne dici di giochi competitivi popolari e spesso meno intensivi di GPU?

Rainbow Six Siege è un miscuglio. A 15 W raggiungiamo a malapena i 30 FPS usando le impostazioni basse a 720p. Con una risoluzione di rendering di 25W e 900p, stavamo ottenendo circa 40 FPS nel benchmark, quindi è giocabile a questo limite e forse più regolabile con un maggiore downscaling della risoluzione.

Apex Legends non può essere giocato direttamente, la balbuzie è orribile.

Tuttavia, ci sono altre buone notizie per Fortnite. A un 1080p nativo con le impostazioni più basse e una distanza di visione lontana, la configurazione da 25 W farà da 45 a 55 FPS abbastanza comodamente e avrà un bell'aspetto. Non è la migliore esperienza, ma se vuoi tuffarti in una partita di Fortnite sul tuo ultraportatile, diremmo che va bene.

A 15 W le cose diventano un po' dubbie. Esperienza nativa a 1080p 30 FPS con le impostazioni più basse. Siamo stati in grado di eseguire il gioco a circa 35-40 FPS con una scala di risoluzione dell'80%.

Infine, abbiamo Overwatch. Questo è uno dei migliori giochi per la grafica integrata che funziona tra 40 e 60 FPS in una configurazione da 25 W a 1080p nativi con le impostazioni più basse.

Risultato

Partendo dai lati positivi, Ice Lake fornisce sicuramente un significativo aumento delle prestazioni rispetto alle soluzioni grafiche integrate di ultima generazione di Intel, che si traduce in prestazioni di gioco molto migliori. Il miglioramento del 50% a 15 W e di oltre l'80% a 25 W non è niente da dire considerando quanto poco guadagno abbiamo avuto negli ultimi sei anni. Aggiungere più fili al mix è stata la scelta giusta.

Ciò rende l'Ice Lake stratificato G7 adatto per giocare a molti giochi casual e competitivi popolari in cui le GPU integrate della generazione precedente hanno faticato a fornire prestazioni accettabili. Giochi come Rocket League, Overwatch, CS Go e Fortnite possono essere riprodotti su questa GPU in configurazioni da 15 W o 25 W.

I giochi più vecchi di oltre 5 anni fa sono anche più giocabili su Ice Lake rispetto alle precedenti CPU Intel, mentre i giochi che pensavamo fossero fantastici per i giochi per laptop come Civilization VI sono anche giocabili con la nuova GPU Gen11. A volte potresti aver bisogno di una configurazione da 25 W per ottenere una buona esperienza con questi titoli, ma almeno ora stiamo aumentando le prestazioni della GPU quando gli OEM scelgono di abilitare la modalità da 25 W.

Questa è un'ottima notizia per coloro che vogliono giocare a giochi leggeri in movimento con il loro laptop ultraportatile. Non sono prestazioni da capogiro, gameplay a impostazioni basse e un po' di ridimensionamento della risoluzione, ma pensiamo che sia accettabile per i sistemi sottili e leggeri. Significa anche che sicuramente non hai bisogno di una GPU discreta per i giochi, che in precedenza era richiesta sui laptop Intel. Gli OEM possono ora scegliere una soluzione a chip singolo che vale la metà in questo campo.

Ma ci sono anche zone meno impressionanti. Ice Lake si comporta in modo simile a Ryzen Mobile di AMD: Core i7-1065G7 Leggermente più veloce di AMD Ryzen 5 2500U. Ciò significa che Ice Lake non sposta realmente l'ago su ciò che è possibile in un design a chip singolo. Se vuoi quelle prestazioni senza una GPU discreta, l'opzione è arrivata da AMD sin dal lancio della loro APU Ryzen: il Core i7-1065G7 sarà più veloce nelle attività che richiedono la CPU.

Un problema più grande per Ice Lake è che non è un'opzione convincente contro le GPU discrete a bassa potenza di Nvidia. Nella configurazione standard di Nvidia, l'MX250 è un gradino sopra il Core i7-1065G7 da 25 W per i giochi, anche se abbinato a una CPU da 15 W. Considerando che la maggior parte dei giochi tripla A non è ancora riproducibile su un MX250, non fornisce un livello di prestazioni molto diverso, ma i titoli che abbiamo menzionato come Fortnite e Overwatch funzionano meglio.

Avere un MX250 insieme a una CPU serie U da 15 W probabilmente consumerà più energia. Ma non sono i TDP grezzi o il consumo energetico che contano in un laptop, è ciò che è possibile in un dato fattore di forma, dato che la maggior parte delle attività ad alta intensità di prestazioni come i giochi vengono eseguite (o almeno dovrebbero essere) mentre sono collegate a un caricabatterie. L'obiettivo finale è ottenere qualcosa di super portatile e allo stesso tempo super potente quando necessario.

Se guardi al mercato degli ultraportatili da 13 pollici in questi giorni, ci sono molte opzioni con un MX250 che sfida i sistemi Ice Lake puri sia nel prezzo che nella portabilità, offrendo prestazioni superiori. Alcuni anni fa questo era raro, ma nel 2019 i produttori stanno integrando facilmente le GPU della serie MX senza sacrificare il fattore di forma.

Anche gli ultraportatili più veloci si stanno integrando GTX 1650 Max-Q di Nvidia. L'ultimo Razer Blade Stealth è un esempio perfetto: è ancora un laptop super portatile, ma va bene aggiungere una GPU discreta da 35 W. Il risultato è almeno il doppio delle prestazioni di gioco di una configurazione Ice Lake da 25 W con grafica a strati G7 di Intel. Certo, è anche un'opzione più costosa.

Normalmente, non ci preoccuperemmo di menzionare che le GPU discrete sono più veloci. Questo è molto chiaro. Ma la decima generazione di Intel si trova in un luogo interessante in cui sia Ice Lake che Comet Lake sono sul mercato. L'intero punto di forza di Ice Lake è la GPU più veloce, ma non abbastanza veloce da renderla una buona opzione rispetto a una CPU Comet Lake a sei core da 14 nm abbinata a una GPU discreta a bassa potenza. Questo tipo di configurazione offre una migliore produttività e migliori prestazioni grafiche e non richiede nemmeno una nuova architettura o nodo di produzione. Tutti i fattori che Ice Lake prende di mira sono ugualmente possibili.

Ciò non significa che Ice Lake sia inutile. Gli OEM che non hanno abbastanza spazio, budget termici o energetici per ospitare sia le CPU della serie U che le GPU discrete otterranno le migliori prestazioni grafiche da Ice Lake pur ottenendo una CPU capace.

Man mano che Intel procede con i progetti a 10 nm, sospettiamo che molti di questi problemi che abbiamo riscontrato nella linea di prodotti di decima generazione verranno alleviati. Mentre una futura parte da 15 W a sei o più core con grafica Xe terminerà la sua durata di 14 nm, si spera che possa competere con le prossime APU Ryzen ed eliminare la necessità di una grafica discreta della serie MX. Speriamo che accada, spetta a Intel eseguire.

Scorciatoie per gli acquisti