Oggi esaminiamo le prestazioni di archiviazione ad alta velocità confrontando i chipset desktop generici AMD e Intel con l'ultimo e più grande SSD XPG SX8200 da 960 GB di ADATA. L'SX8200 è un SSD NVMe che offre prestazioni sequenziali di lettura di 3,2 GB / s e di scrittura di 1,7 GB / s. Perché una soluzione SSD NVMe molto veloce vendere ad un prezzo interessanteè uno dei driver preferiti di oggi dagli appassionati ed è quindi perfetto per confrontare le prestazioni di archiviazione dei chipset X470 di AMD e Z370 di Intel.

Lanciata solo pochi mesi fa, la serie SX8200 racchiude l'ultimo controller Silicon Motion SM2262 che supporta 8 canali NAND, un quad-core ARM Cortex-R5, NVMe 1.3, LDPC ECC, RAID e altro.

Al controller sono collegati quattro chip di memoria NAND TLC 3D a 64 strati di Micron e due chip DRAM Nanya DDR3 che fungono da buffer ad alta velocità. Come la maggior parte degli SSD NVMe, la famiglia SX8200 utilizza il fattore di forma M.2 2280 e sfrutta l'interfaccia PCIe 3.0 x4 per le massime prestazioni. La serie offre modelli da 240 GB, 480 GB e 960 GB e, come accennato prima, il prezzo è molto competitivo.

Intel ha adottato per la prima volta il controller SM6062 con la serie 760p e oggi per il modello da 1 TB 0. Da allora, HP li ha lanciati con l'EX920. 0 Per 1 TB. ADATA non è riuscita a battere HP quando è arrivato SX8200 da 960 GB 0.







Per quelli di voi interessati ai modelli più economici da 240 GB e 256 GB, ADATA è più competitivo. Modelli da 240 GB solo $ 90HP vuole $ 110 e Intel $ 115. ADATA offre anche una garanzia di 5 anni per il modello base e ben 640 terabyte scritti per 160 terabyte, 320 terabyte per la versione da 480 GB e il modello da 960 GB.

Note di prova

Per i test sulla piattaforma Intel Z370, utilizziamo l'Asrock Z370 Taichi con tre slot M.2 e sono collegati al chipset come la maggior parte delle schede madri Z370. In totale, il chipset Z370 supporta fino a 30 percorsi di ingresso / uscita ad alta velocità, 6 dei quali sono suddivisi in porte USB 3.0. Questo lascia 24 per PCIe, SATA e USB 3.0. Taichi ha 34 corsie che non funzionano, ecco le corsie condivise che creano, quindi metà delle porte SATA sono disabilitate se si utilizzano tutti gli slot M.2.




I tre slot PCIe 3.0 x16 che si trovano sullo Z370 Taichi sono collegati direttamente alla CPU e quindi non condividono la larghezza di banda con nessuno degli slot M.2. Per la piattaforma Z370, questo non è un grosso problema in quanto il chipset Z370 si collega alla CPU utilizzando DMI 3.0, che fornisce un throughput di 3,93 GB / s. D'altra parte, per fare un esempio, il chipset H310 di fascia bassa utilizza il vecchio DMI 2.0 ed è quindi limitato a una larghezza di banda di 2.0 GB / s.




Questo è un problema per gli SSD NVMe ad alta velocità in quanto può degradare in modo significativo le loro prestazioni e anche perché è importante per coloro che possiedono un SSD NVMe fare attenzione a dove si attaccano.




Anche sulle nuove schede madri AMD X470, il chipset X470 offre solo corsie PCIe 2.0, quindi soffre delle stesse limitazioni di larghezza di banda del chipset Intel H310. L'Asrock X470 Taichi utilizzato per i test ha due slot M.2, lo slot superiore denominato M2 1 è collegato direttamente alla CPU e quindi ha un collegamento PCIe 3.0 x4. Il secondo slot, chiamato M2 2, è collegato al chipset ed è quindi limitato alla larghezza di banda PCIe 2.0 x4.

Utilizzando un singolo SSD NVMe come ADATA SX8200, quanto impatto ha sulle prestazioni? Andiamo a imparare ...

Esperimenti




Prima di tutto, abbiamo prestazioni di lettura e scrittura sequenziali in AS SSD Benchmark. Questo è un punto di riferimento difficile per gli SSD poiché questi test non utilizzano dati comprimibili, quindi è generalmente considerato lo scenario peggiore. Laddove altri benchmark possono mostrare prestazioni di lettura sequenziale fino a 3-3,2 GB / s, qui siamo limitati a 2,7 GB / s.

Le prestazioni in scrittura sono quelle che ti aspetteresti che la specifica SX8200 venga fornita appena sotto 1,7 GB / s. Ora, quando le piattaforme Z370 e X470 mostrano risultati molto simili quando si utilizza un collegamento PCIe 3.0 x4, vediamo che le prestazioni sono fortemente limitate quando si esegue l'SSD attraverso il chipset sulla scheda X470. La velocità di lettura è ridotta del 50% mentre la larghezza di banda di scrittura è ridotta di quasi il 20%.

Qui vediamo che la larghezza di banda limitata della configurazione del chipset X470 non è così efficace in quanto le prestazioni sono più lente durante la lettura e la scrittura di un singolo file 4K. Tuttavia, stiamo ancora assistendo a un calo del 13% nelle prestazioni di scrittura.

In questo test, sebbene ci sia un carico di lavoro del server alla volta, vengono effettuate 64 richieste di dati 4K contemporaneamente, l'elaborazione generale di solito effettua solo poche richieste simultanee. Tuttavia, questo è un test migliore per massimizzare le prestazioni di lettura e scrittura 4K casuali degli SSD. Qui vediamo che quando è collegato al chipset X47, il throughput è limitato a quasi il 30% quando si osservano le prestazioni di scrittura.

Ecco una rapida occhiata al tempo di accesso, ricorda che più è basso, meglio è qui. La piattaforma Ryzen ha un vantaggio quando è collegata direttamente alla CPU e questo ha contribuito a ridurre leggermente il tempo di accesso in lettura.

Successivamente, abbiamo il test del file ISO, che è un confronto di copie su disco. Qui il sistema Ryzen era più veloce del sistema Core i7 quando era collegato alla CPU. Tuttavia, il collegamento dell'SSD al chipset ha ridotto le prestazioni di circa il 25%, limitando il throughput a 1,4 GB / s.

Il test di copia del programma ha un numero elevato di piccoli file non compressi e di conseguenza la velocità effettiva è notevolmente ridotta. Questa volta, vediamo solo una riduzione del 10% per la piattaforma Ryzen quando ci si connette tramite il chipset, ma questa è comunque una buona riduzione del throughput.

Successivamente abbiamo il test di copia del gioco, che include un mix di file piccoli e grandi, compressi e non compressi. Questa volta, stiamo assistendo a una riduzione del 13% per il sistema Ryzen quando ci si connette con il chipset. Va notato che anche la connessione CPU ottimale per la piattaforma Ryzen è dell'8% più lenta rispetto al sistema Intel Z370 che utilizza 8700K.

Il benchmark del disco ATTO utilizza dati comprimibili, quindi vediamo il picco delle prestazioni di lettura sequenziale in questo test a circa 3 GB / s. Quando raggiungiamo dimensioni di file di 128 KB, almeno le prestazioni di Ryzen e Core i7 sono le stesse quando si collega l'SSD direttamente alla CPU nel sistema Ryzen.

Il sistema Ryzen era molto importante quando si lavorava con file di dimensioni inferiori a 128 KB. Ovviamente era molto più lento quando era collegato al chipset, specialmente per i test di dimensioni di file più grandi.

Infine, questa volta misurando le prestazioni di scrittura, la piattaforma Z370, utilizzando 8700K, è stata più veloce durante i test ATTO Disk Benchmark.

Discorso di chiusura

Ora utilizzando un SSD NVMe ad alte prestazioni abbastanza tipico, è possibile ridurre le prestazioni di lettura su una scheda madre AM4 fino al 50% se la si collega allo slot M.2 sbagliato. Spesso l'efficienza sarà ridotta di almeno il 10% e spesso si vedrà una riduzione del 20%.

La verità è che tale riduzione dell'efficienza non sarà evidente per le attività quotidiane, inclusi i giochi, il caricamento dei giochi, quindi non è un problema serio per la maggior parte di voi. Tuttavia, se hai pagato bene per prestazioni di lettura e scrittura veloci, puoi essere certo di inserirlo nello slot giusto. Per rendere questo lavoro un po 'più semplice, i produttori di schede madri specificano la larghezza di banda per gli slot M.2, quindi assicurati di consultare il manuale per assicurarti di ottenere tutti i GB che dovresti avere.

Per quanto riguarda gli utenti Intel, il chipset è un po 'più semplice in quanto ha piena larghezza di banda per la CPU, quindi il rallentamento è minimo.

XPG SX8200 di ADATA è un SSD NVMe di buon valore, in particolare i modelli da 240 e 480 GB. Il prossimo passo sarà mettere le mani su una seconda unità per alcuni test RAID. Avrà senza dubbio alcuni risultati interessanti su queste piattaforme.

Continua a leggere

Scorciatoie per lo shopping