Samsung ha dominato l'archiviazione a stato solido negli ultimi anni e ha recentemente aggiornato la sua serie di SSD con le due unità più veloci che abbiamo mai testato. Basato su MLCSSD 960 Proe TLC più convenienti960 Evoentrambi sono stati studiati e hanno dimostrato di essere SSD NVMe estremamente veloci.

È anche un'azione difficile da seguire per la concorrenza Per gli Intel piaceCorsair ha annunciato l'SSD Force MP500 poco dopo il lancio della serie Samsung 960.

Force MP500 è un SSD NVMe ad alta velocità destinato agli utenti esperti. Il driver sfrutta la più desiderabile flash NAND di tipo MLC. Tuttavia, a differenza della serie 960 Pro, le capacità sono disponibili in meno di mezzo terabyte. Infatti, mentre Corsair offre questa nuova serie con una capacità massima di 480 GB, è anche possibile acquistare una versione da 240 GB o addirittura una batteria da 120 GB.

L'usabilità non è eccezionale per le nuove unità Samsung, ma $ 330 per 512 GB 960 Pro ve $ 250 per 500 GB 960 Evosono stati in grado di mantenere a galla la concorrenza.




Intel'in SSD serie 750 e Toshiba OCZ RD400A non può competere allo stesso livello, quindi non vediamo l'ora di vedere come continuerà la migliore offerta di Corsair. Abbiamo il modello MP500 da 480 GB per la revisione e ha un prezzo pari al 960 Pro a $ 325.




Infatti, dato il piccolo cambiamento di capacità, l'unità Corsair diventa qualche centesimo in più per gigabyte, quindi la serie MP500 non è esattamente praticabile. Tuttavia, sulla carta, la nuova serie di SSD di punta di Corsair sembra straordinariamente impressionante con velocità di lettura / scrittura sequenziali di 3 GB / se 2,4 GB / s.

Prima di vedere in senso figurato in cosa consiste l'MP500, prendiamo questa frase alla lettera ...




Cosa fa l'MP500 Tick?

Basati sul fattore di forma M.2-2280, tutti i modelli MP500 utilizzano l'interfaccia PCIe 3.0 x4 per una velocità di lettura sequenziale di 3 GB / s, combinata con una velocità di scrittura altrettanto impressionante di 2,4 GB / s.




È interessante notare che Corsair afferma le stesse prestazioni di lettura e scrittura sequenziali per tutti e tre i modelli (120 GB, 240 GB e 480 GB), ma c'è una grande discrepanza negli IOPS, dove la versione da 120 GB è notevolmente inferiore ai modelli più grandi da 240 GB e 480 GB.




I modelli da 240 GB e 480 GB sono classificati per 250.000 IOPS in lettura casuale e 210.000 IOPS in scrittura casuale, mentre il modello da 120 GB è valido solo per 150.000 IOPS in lettura e 90.000 in scrittura.

Siate consapevoli di ciò poiché vi aspettate che le prestazioni diminuiscano sul modello da 120 GB. Ancora una volta, abbiamo un modello da 480 GB per i test e mostreremo le migliori prestazioni del case come modello più veloce della serie.




Ciò che è interessante della nuova serie Force MP500, e abbastanza importante da notare, è che usano la memoria MLC NAND, non cose TLC più economiche e meno durevoli come la serie 960 Evo.

L'alimentazione della serie MP500 è un controller Phison, più specificamente PS5007-E7. Finora ci sono pochissimi SSD in circolazione che utilizzano questo controller e personalmente non riesco ancora a vedere come funziona.

La NAND MLC da 15 nm di Toshiba è collegata al controller, con 512 MB di buffer DRAM. Si noti che il modello da 240 GB include un buffer più piccolo da 256 MB e il modello da 120 GB viene fornito con un buffer da 128 MB.

La crittografia AES a 256 bit non è attualmente supportata, ma Corsair spera di offrire un aggiornamento del firmware per aggiungere presto il supporto. Infine, tutti e tre i modelli sono coperti da una garanzia di tre anni, il che non è male, ma ci piacerebbe vederlo corrispondere alla garanzia di cinque anni di Samsung. Tuttavia, Corsair richiede una valutazione dei dati scritti di 698 TB, ma ovviamente hai solo tre anni per dimostrare che si sbagliano.

Come è il software?

La serie Force MP500 è alimentata dallo sticky SSD Toolbox di Corsair. Va detto che sono abituato a vedere il software che sembra molto più luminoso del Corsair e mi aspetto che SSD Toolbox veda alcuni importanti aggiornamenti nel 2017. La maggior parte delle funzioni non è compatibile con le unità NVMe a questo punto, quindi i proprietari di MP500 visualizzano le scritture SMART o totali dell'host dell'unità, eseguono la cancellazione sicura, sostituiscono il checksum eccessivo o il disordine con le impostazioni del comando TRIM.

Tecnicamente parlando, l'MP500 non richiede driver speciali per funzionare. Tuttavia, se desideri ottenere le massime prestazioni dall'unità e attualmente Corsair non offre un driver NVMe, lo fa. Samsung ha recentemente rilasciato un nuovo driver NVM Express che migliora notevolmente le prestazioni con Windows 10 e 8.1.

Il problema è che questi sistemi operativi abilitano per impostazione predefinita un buffer della cache di scrittura noto come comando Force Volume Access, che riduce notevolmente le prestazioni. Questo comando è un approccio conservativo utilizzato da Microsoft per garantire l'integrità dei dati in caso di improvvisa interruzione dell'alimentazione. Tuttavia, a partire da Windows 8, Microsoft ha incluso un comando FLUSH automatico per garantire l'integrità dei dati, ma ha anche mantenuto il comando Power Unit Access molto più vecchio nelle impostazioni del driver standard.

Questa ridondanza significa che le velocità di scrittura vengono notevolmente evitate a causa di processi di verifica della scrittura non necessari. Disabilitando manualmente il comando, le prestazioni di scrittura hanno raggiunto i livelli attesi. Tuttavia, la modifica manuale delle proprietà del driver non è facile da usare, quindi Samsung ha sviluppato NVMe Driver 2.0 per farlo automaticamente. Spero che Corsair segua il caso e faccia lo stesso.