Ha annunciato una mezza dozzina di nuovi SSD 3D basati su NAND ad agosto, in particolare la serie di SSD Intel 600p ha attirato la nostra attenzione Poiché si tratta di un modello basato su M.2 NVMe dal prezzo aggressivo, destinato a computer desktop e laptop consumer.

Utilizzando la memoria flash 3D TLC sviluppata in collaborazione con Micron, Intel è riuscita a mantenere i prezzi sotto controllo, offrendo capacità da 128p a 600p. Con lettura e scrittura sequenziali fino a 770 MB / se 450 MB / s (1,8 GB / se 560 MB / s sul modello da 1 TB).

Si noti che questa serie è conveniente, sebbene sia più lenta di quanto ci si aspetterebbe dalle unità M.2 NVMe.

A confronto, Samsung SSD 950 Pro Ha velocità di scrittura di 900 MB / s per il modello da 256 GB e velocità di scrittura di almeno 2,2 GB / s insieme a 1,5 GB / s per la versione da 512 GB. Tuttavia, il punto da notare qui è che il 950 Pro da 256 GB 7.

120-128 GB 240 - 256 GB 480 - 512 GB 960/1 TB
Intel SSD 600p
($ 0,52 / GB)
9
($ 0,42 / GB)
9
($ 0,36 / GB)
N / A
Intel SSD serie 750 N / A N / A 0 (400 GB)
($ 0,75 / GB)
0 (800 GB)
($ 0,76 / GB)
Samsung 950 Pro N / A 6
($ 0,72 / GB)
5
($ 0,61 / GB)
N / A
Samsung 850 Pro N / A 3
($ 0,48 / GB)
0
($ 0,48 / GB)
0
($ 0,44 / GB)
Samsung SSD 850 Evo N / A 0
($ 0,40 / GB)
3
($ 0,32 / GB)
6
($ 0,29 / GB)
Kingston UV400
($ 0,34 / GB)

($ 0,26 / GB)
7
($ 0,24 / GB)
3
($ 0,28 / GB)
Importante MX300 N / A (275 GB)
($ 0,25 / GB)
0 (525 GB)
($ 0,22 / GB)
0 (1 TB)
($ 0,24 / GB)

Più o meno la stessa quantità di denaro è l'acquisto di una versione da 512 GB di 600p di Intel. Con soli $ 0,36 per gigabyte, il 600p 512 GB sembra essere un valore eccezionale, soprattutto se si considera che le unità TLC SATA da 2,5 "più economiche costano $ 0,24 per gigabyte e dovrebbero essere un po 'più lente. Non solo, ma con dischi SATA MLC premium. Come il Samsung SSD 850 Pro in confronto, l'Intel 600p è ancora leggermente meno costoso.




Scopri la 600p 512 GB di Intel

Come accennato in precedenza, ci sono quattro capacità tra cui scegliere, ma consigliamo di evitare il modello da 128 GB perché il costo per gigabyte è piuttosto alto in questo caso. I modelli da 256 GB e 512 GB hanno un buon prezzo e ci aspettiamo ancora che il modello da 1 TB arrivi, ma ci aspettiamo che sia competitivo.




Il modello da 512 GB è valutato per velocità di lettura e scrittura sequenziali rispettivamente di 1775 MB / se 560 MB / s, mentre gli IOPS di lettura casuali arrivano a 155.000 mentre gli IOPS di scrittura raggiungono 128.000. Quindi, ancora una volta, non è nella stessa classe delle unità NVMe molto più costose di Samsung come il 950 Pro, OCZ RD400 di Toshiba persino gli SSD Intel della serie 750.







Intel è riuscita a spremere il modello da 1 TB (2280) anche in un fattore di forma da 80 mm, quindi la compatibilità non sarà un problema nei sistemi compatti. Per il modello da 512 GB in questione, tutti i chip sono posizionati sulla parte anteriore del PCB e ci aspettiamo di vedere come sarà configurato il modello da 1 TB.

Parlando di chip integrati, troviamo solo tre chip di memoria flash NAND TLC IMFT 3D che sono molto più convenienti dei chip MLC equivalenti come abbiamo detto. Avere un numero dispari di chip di memoria sembra piuttosto strano, anche se qui ha senso. Ogni chip TLC ha due stack, da cui "3D NAND". Ciò significa che ogni chip ha una capacità di 192 GB, che fornisce un totale di 576 GB di headroom e una cache SLC da 17,5 GB per una fornitura extra. Infine, è inclusa anche una cache DRAM DDR3L-1600 da 2 GB.




Grazie a un budget di sviluppo quasi illimitato, il firmware Intel è stato in grado di evitare bug che affliggevano gli SSD di altre marche. Tuttavia, come puoi immaginare, il controller Intel interno non è in questo driver.

Invece, l'azienda ha scelto un candidato inaspettato nel Movimento del silicone. Naturalmente, questa è la prima volta per un controller SSD di Intel SSD 510 un controller Marvell SSD 520 trasportava il controverso SandForce SF-2000.




Sebbene non ci aspettiamo che il controller Silicon Motion abbia problemi, Intel ha adottato un approccio qui, come evidenziato dalla confezione e dal numero di parte unici. Per buona misura, Intel ha anche stampato il suo logo sul controller, che è rifinito con un dissipatore di calore in rame con rivestimento superiore che dovrebbe aiutare nella dissipazione del calore, un problema comune per gli SSD M.2.

Il controller soddisfa la specifica NVMe 1.1 e la larghezza di banda PCIe 3.0 x4 (4 Gb / s) in uso. Tutte le cose standard come TRIM, garbage collection e S.M.A.R.T sono presentate qui. Ha anche un motore di crittografia hardware AES a 256 bit integrato, ma a differenza della serie Intel SSD Pro 6000p progettata per gli utenti aziendali, eDrive accelerato o altri servizi di crittografia in Windows non sono supportati.

Tutti e quattro gli SSD Intel 600p hanno la stessa valutazione di resistenza TBW di 72 terabyte con la stessa garanzia di cinque anni, e questo è insolito e generalmente ci aspetteremmo che i modelli più grandi abbiano una valutazione più alta.

Come testiamo

Come probabilmente saprai, anche se i produttori dichiarano di avere prestazioni I / O di picco straordinarie, queste prestazioni possono peggiorare nel tempo. A differenza di un disco rigido tradizionale, qualsiasi scrittura su un SSD è un processo in due fasi: un blocco di dati deve essere eliminato e quindi sovrascritto. Ovviamente se l'unità è nuova e inutilizzata non ci sarà nulla da eliminare e quindi il primo passaggio potrà essere saltato, ma ciò avviene solo una volta a meno che l'unità non venga tagliata.

Con questo in mente, eseguiamo più volte il benchmark completo dell'HD Tach per riempire l'unità prima di testarla. Questo simula un uso intenso e mostra chiaramente come le prestazioni saranno influenzate dopo un normale uso prolungato.

La maggior parte dei driver supporta la funzione TRIM utilizzata per contrastare questi effetti negativi.

Test delle caratteristiche del sistema

  • Intel Core i7-6700K
  • Abilità DDR4-3000 da 32 GB (4x8 GB)
  • Asrock Z170 Extreme7 +
  • GeForce GTX 1080
  • Silverstone Strider Serisi (700w)
  • Crucial BX100 da 500 GB
  • Crucial MX200 512 GB
  • SSD Beceri Phoenix Blade PCIe da 480 GB
  • SSD Intel serie 600p da 512 GB
  • SSD Intel serie 750 da 400 GB
  • Kingston HyperX Savage 480 GB
  • SSD Kingston Predator PCIe da 480 GB
  • OCZ Trion 100480GB
  • OCZ Vector 180 480 GB
  • Plextor PX-G512M6e 512 GB
  • Samsung SM951 512 GB
  • Samsung SM951 NVMe da 256 GB
  • Samsung SSD 850 Evo da 2 TB
  • Samsung SSD 850 Evo da 500 GB
  • Samsung SSD 850 Pro 512 GB
  • SanDisk Extreme Pro 480 GB
  • Transcend SSD370 da 512 GB
  • Transcend TS512GMTS800 512 GB
  • Utile GeForce GTX 980 (6144 MB)

Software

  • Windows 10 Pro a 64 bit
  • Driver GeForce Game Ready 372.90 - WHQL

Esperimenti: test di copia file

Incredibilmente, l'Intel 600p ha eguagliato il più costoso 400 GB 750 nel nostro test di file compressi da 6 GB. Questo non lo lascia molto più avanti rispetto ai più potenti SSD SATA e molto indietro rispetto al potente Samsung 950 Pro.

Il test di copia del programma consiste in molti piccoli file non compressi che vanno da 1K a 5000K (6104 file con un totale di 2,75 GB). Le prestazioni qui sono inaspettate perché 600p non può essere visto da nessuna parte. Il throughput è sceso a soli 159 MB / s, rendendo Intel 600p uno degli SSD più bassi che abbiamo testato di recente.

Il nostro ultimo test di copia dei file utilizza i dati di gioco in un mix di file piccoli e grandi, compressi e non compressi. Intel 600p ritorna con una produzione di 464 MB / s nel nostro test di replica da gioco, più o meno equivalente al Kingston Predator. Le prestazioni qui sono strabilianti ma accettabili dato il prezzo.