Cosa è appena successo? Rambler Group potrebbe essere un nome sconosciuto, ma è la terza più grande compagnia internet in Russia. Ha anche archiviato $ 2,82 miliardi per lo streaming illegale delle partite di calcio della Premier League inglese della piattaforma.

Secondo il sito web russo KommersantIl Gruppo Rambler ha intenzione di citare in giudizio Amazon 180 rubli (2,82 miliardi di dollari) presso un sito editoriale di proprietà di Amazon di un tribunale russo. Sostiene che Twitch ha violato i suoi diritti di trasmissione esclusivi per le partite della Premier League più di 36.000 volte tra agosto e novembre. La società è inoltre alla ricerca di un divieto permanente di Twitch in Russia.

Non sorprende che Twitch non sia responsabile di ciò che gli utenti pubblicano sul sito. L'avvocato della compagnia Julianna Tabastaeva: "[Twitch] fornisce l'accesso alla piattaforma e non può modificare il contenuto inviato dagli utenti o tenere traccia delle possibili violazioni." Il funzionario ha aggiunto che la società "ha adottato tutte le misure necessarie per eliminare le violazioni nonostante non abbia ricevuto alcuna notifica ufficiale da Rambler". .

Come Note della BBC, I termini e le condizioni di Twitch vietano agli utenti di condividere contenuti protetti da copyright senza il consenso dei proprietari. Ciò include film, spettacoli televisivi ed eventi sportivi.

Il tribunale distrettuale di Mosca ascolterà il caso il 20 dicembre. Di conseguenza, ordinò temporaneamente la sospensione delle partite della Premier League inglese su Twitch.




"Il nostro caso contro Twitch continuerà a difendere i nostri diritti speciali nella pubblicazione delle partite della Premier League inglese e nella lotta attiva alle trasmissioni dei pirati", ha dichiarato Mikhail Gershkovich, capo del progetto sportivo del Gruppo Rambler. Disse. Ha aggiunto che la società "è attualmente in trattative con Twitch per firmare un accordo transattivo".




Nel 2017, la piattaforma di hosting video DailyMotion era in Russia dopo ripetute accuse di violazione del copyright da parte di Gazprom Media